random_image3.jpg

 

 

Relazione programmatica

anno 2015

Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti - Onlus

Sezione Provinciale di Monza e Brianza

 

 

 

 

Cari Soci,

come di consueto, il Consiglio direttivo sezionale ha predisposto la relazione programmatica per l’anno 2015. Si tratta di un adempimento statutario di grande importanza, poiché presenta il piano di lavoro di un altro anno, durante il quale cercheremo di migliorare ulteriormente la quantità e la qualità dei nostri servizi in favore dei non vedenti e ipovedenti residenti sul nostro territorio, sia soci che non.

L’impegno prioritario della nostra Sezione, così come di tutta l’Unione, rimane quello di raggiungere il maggior numero possibile delle persone con problemi di vista, per mettere a loro disposizione la nostra esperienza e le nostre strutture.

L’intento è quello di sollecitare ed aumentare la collaborazione delle strutture sanitarie e dei servizi sociali su tutti i comuni del territorio di competenza, al fine di rendere noto il nostro ruolo per evitare, quanto possibile, che persone già gravemente svantaggiate dalla minorazione visiva e dai pregiudizi ancora diffusi nel loro ambiente di vita, restino isolate perché prive della consapevolezza dei loro diritti e dell’esistenza dell’Associazione che li rappresenta e li tutela.

 

Per poter operare per il perseguimento dei «compiti istituzionali di preminente rilievo sociale, sia associativi che di rappresentanza, patrocinio e tutela dei minorati della vista», in consonanza con gli orientamenti espressi dalla Presidenza Nazionale e dal Consiglio Regionale della Lombardia, la Sezione Provinciale di Monza e Brianza dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti Onlus si impegna a svolgere, anche nell’anno 2015, le proprie attività, sia consolidate sia innovative,  qui di seguito elencate, così come previsto dall’art. 37, comma 2, della Legge Regionale 14 febbraio 2008, n. 1.

 

 

1) Garantire un programma organico di intervento a favore dei propri rappresentati.

Continuare a espletare per conto dei soci e non soci tutte le pratiche di pensione e di previdenza, garantire una consulenza completa, competente e del tutto gratuita in materia contributiva e previdenziale, informazioni e orientamento sulle questioni riguardanti il lavoro, l’invalidità e la salute, così come previsto dalla convenzione Patronato UICI/ANMIL e dal protocollo di intesa INPS Patronato e Associazioni;  garantire i servizi di accompagnamento, di consulenza legale e psicologica, di trascrizione in braille e di registrazione, di utilizzo e/o prestito temporaneo di ausili protesici a disposizione presso la Sezione e l’espletamento di altre pratiche presso amministrazioni ed Enti diversi; continuare a rafforzare la collaborazione con i distretti protesici ASL Mb ed i medici prescrittori al fine di rendere sempre più efficace e celere la prassi per l’ottenimento degli ausili protesici, nonché la disponibilità presso la Sede sezionale dell’ausilioteca protesica con la presenza del medico prescrittore, una volta al mese, per la gestione delle pratiche di richiesta di ausili protesici; consolidare lo “sportello telefono amico” organizzando incontri specifici, in funzione delle problematiche e richieste presentate; implementare il servizio del libro parlato a disposizione di tutti coloro che ne fanno richiesta; mantenere attivi presso la Sede incontri ricreativi dedicati in particolare ai soci anziani organizzando tornei di carte, angolo di lettura e ascolto, attività manuali e quant’altro possa essere utile per sostenere tutti coloro che quotidianamente vivono in solitudine; continuare a sollecitare i giovani associatati con incontri a loro dedicati per agevolare la loro partecipazione alla vita associativa e alle specifiche iniziative a loro rivolte; mantenere  e consolidare i rapporti di collaborazione con gli Enti pubblici locali in modo da ottenere da parte loro una sempre maggior consapevolezza delle specifiche esigenze dei cittadini non vedenti e ipovedenti, in particolar modo nell’ambito della viabilità cittadina per l’abbattimento delle barriere architettoniche, per l’installazione di semafori sonori conformi alla normativa europea, per l’attivazione di particolari accorgimenti sui mezzi pubblici come la segnalazione vocale e rendere disponibili alle relative fermate libretti orari in braille e a caratteri ingranditi. Continuare ad essere parte attiva dell’Osservatorio Disabili Asl Monza e Brianza al fine di promuovere una rete integrata per l’accessibilità e fruibilità dei servizi sul territorio.

 

 

Organizzare in collaborazione con l’Istituto l’I.Ri.Fo.R. :

  • corsi di formazione informatica e apprendimento dell’uso della tastiera per avvicinare i soci principianti alle nuove tecnologie dell’informazione e di aggiornamento per i più progrediti. Saranno altresì attuati interventi personalizzati per i soci anziani che intendono apprendere l’uso dell’apparecchiatura “Audiobook” per la lettura di testi in nero;
  • corsi per l’apprendimento del sistema Braille aperto a tutti i soci in particolare adulti,
  • corsi per l’apprendimento della scrittura a stampa ordinaria,
  • corsi per l’uso del bastone bianco,
  • corsi per il riconoscimento del denaro,
  • laboratori di manualità, in particolare per la creazione di oggetti di bigiotteria,
  • corsi riabilitativi di orientamento e mobilità ed autonomia personale attraverso la collaborazione di istruttori specifici del settore;
  • creare nei centri ospedalieri del territorio reparti di riabilitazione in cui, oltre alla prescrizione di ausili protesici, siano previsti anche percorsi riabilitativi in orientamento e mobilità ed autonomia personale;
  • Attivare e consolidare lo sportello di consulenza e comunicazione presso il reparto di oculistica dell’ospedale San Gerardo di Monza.
  • Prevedere corsi di formazione/aggiornamento presso le aziende ospedaliere e RSA del territorio rivolti al personale di supporto e personale infermieristico con l’obiettivo di fornire le tecniche di carattere generale per un corretto approccio al paziente con deficit visivo;
  • Attivare convenzioni con le strutture “Don Gnocchi” del territorio proponendo corsi di formazione/aggiornamento rivolti al personale interno che opera specificatamente con utenti affetti da disabilità visiva;
  • In collaborazione con l’Associazione A.I.R.M.T. (Associazione Italiana Ricerche Metodo Terzi) proseguire con i corsi di formazione/aggiornamento rivolti ai terapisti della neuropsicomotricità dell’età evolutiva, fisioterapisti ed educatori che operano con utenza affetta da disabilità visiva;
  • In stretta collaborazione con la Provincia di Monza e Brianza annualmente vengono seguite le seguenti attività:
  1. corsi di formazione/aggiornamento presso le strutture scolastiche del territorio, rivolti sia agli insegnati ed operatori scolastici che agli alunni;
  2. corsi di formazione/aggiornamento destinati agli assistenti alla comunicazione iscritti all’albo provinciale;
  3. Monitorare e migliorare il servizio di trascrizione dei libri di testo destinati agli alunni minorati visivi al fine di renderli disponibili all’inizio dell’anno scolastico;

 

 

 

2) Svolgimento di adeguati programmi annuali di propaganda per la profilassi della cecità.

Continuare a sensibilizzare l’opinione pubblica, ed in particolare la popolazione scolastica, sulla prevenzione della cecità attraverso seminari specifici tenuti da medici oculisti e l’eventuale utilizzo dell’unità mobile oftalmologica per screening gratuiti sul territorio di Monza e Brianza.

Organizzare annualmente la giornata regionale per la prevenzione della malattie della vista e la riabilitazione visiva.

3) Garantire lo svolgimento di interventi atti a favorire l’educazione e l’istruzione professionale dei ciechi e, conseguentemente, il loro proficuo inserimento nelle attività lavorative e la loro effettiva partecipazione alla vita sociale della regione.

Ricercare la collaborazione con i genitori degli alunni non vedenti e ipovedenti,con gli insegnanti di sostegno e gli assistenti alla comunicazione, per svolgere un’attività di consulenza tiflologica ed un adeguato monitoraggio all’inserimento scolastico, prevedendo corsi di formazione rivolti ad alunni e docenti  con l’obiettivo di fornire le tecniche di base per un corretto approccio all’accompagnamento e ad una particolare attenzione agli accorgimenti da adottare per abbattere le barriere interne, al fine di agevolare la mobilità dei ragazzi non vendenti e ipovedenti e garantire una serena e sicura frequenza scolastica. Prevedere l’erogazione di borse di studio destinate ai migliori studenti universitari per premiare e sottolineare l’importanza dell’impegno all’istruzione, strumento fondamentale per il loro futuro.

Mantenere ed incrementare i rapporti di collaborazione con  l’Assessorato all’Istruzione della Provincia di Monza e Brianza per il servizio relativo agli Assistenti alla comunicazione e prevedere corsi di formazione a loro destinati per l’acquisizione di competenze adeguate e specifiche, necessarie per espletare al meglio il loro delicato compito di educatore nell’ambito scolastico e domiciliare con l’utente disabile visivo.

Continuare i percorsi: “Il respiro della disabilità: l’appropriazione cosciente della plurisensorialità da parte del normodotato” e “laboratori creativi al buio”, rivolti alle scuole del territorio di ogni ordine e grado, docenti, non docenti e genitori compresi, con l’obiettivo di sensibilizzare la popolazione scolastica sulle problematiche specifiche dei non vedenti e ipovedenti attraverso l’utilizzo e lo stimolo dei sensi residui con esclusione dell’apparato visivo.

Sviluppare corsi seminariali di “IN-Formazione” sulla disabilità visiva destinati agli studenti della facoltà infermieristica – Università Bicocca.

 

 

4)        Garantire l’incremento della ricerca tecnologica primaria, consistente nello studio, nel perfezionamento e nella sperimentazione di materiali ed apparecchiature speciali.

Mantenere ed implementare la collaborazione con la direzione territoriale area protesica ASL Monza e Brianza offrendo a tutti i soci e non sostegno e monitoraggio per la fornitura di ausili protesici e prevedere cosi di formazione presso le aziende ospedaliere del territorio rivolti ai medici oculistici prescrittori in merito agli ausili protesici a nomenclatore tariffario, destinati ai minorati della vista.

Mantenere attiva ed implementare l’informazione ai soci delle apparecchiature tecnologicamente avanzate e disponibili sul mercato, con l’opportunità di provare personalmente le strumentazioni presso il centro tiflotecnico regionale e l’ausilioteca sezionale che offre anche la possibilità della prescrizione immediata.

5)        Garantire un’attività promozionale di sostegno sul piano sociale, lavorativo e culturale nonché l’adeguamento delle strutture organizzative al soddisfacimento delle fondamentali necessità dei non vedenti.

Fornire agli associati ogni possibile assistenza per la ricerca e l’ottenimento di un posto di lavoro confacente e rispondente alla qualificazione e alle aspirazioni di ciascuno. Mantenere e consolidare i rapporti di collaborazione con l’Ufficio provinciale del lavoro di Monza e Brianza, nonché con i SIL territoriali, per la verifica dei posti disponibili in base alla graduatorie provinciali, per l’attivazione di tirocini stage presso le aziende pubbliche e private del territorio e per prevedere percorsi di autonomia e mobilità all’interno del posto di lavoro per il personale disabile visivo già occupato attraverso il bando annuale LIFT, piano provinciale per l’occupazione e la formazione dei disabili; mantenere attiva la nostra partecipazione al sottocomitato provinciale per il collocamento disabili.

Favorire la partecipazione dei Soci di ogni età ad attività di carattere ginnico-sportive, show down e corsi di nuoto, con particolare attenzione ai più giovani e ai più anziani, proposte dall’Associazione Dilettantistica Sportiva Ciechi di Monza e Brianza.

Organizzare la gita sociale annuale, in collaborazione con le altre strutture U.I.C.I. del territorio lombardo, per offrire ai Soci occasioni di esperienze culturali e favorire la creazione e il mantenimento di relazioni interpersonali in un ambiente piacevole e coinvolgente.

 

Organizzare manifestazioni culturali e promozionali per diffondere la conoscenza della nostra Associazione e delle sue attività, mantenendo costanti i contatti  con i giornalisti dei quotidiani locali.

 

Sviluppare iniziative di sensibilizzazione e di autofinanziamento nel rispetto dell’immagine delle persone non vedenti e ipovedenti.

 

Conclusioni.

 

Gli obiettivi che ci proponiamo di conseguire nell’anno 2015 potranno essere realizzati anche grazie al contributo economico erogato dalla Regione Lombardia per effetto della l.r. 1/2008 Capo VII, al contributo dell’Amministrazione comunale di Monza relativo al rinnovo dell’attuale convenzione per l’uso dei locali sezionali e ad eventuali altri contributi erogati da Enti pubblici e comuni del territorio ed alcuni Enti privati che intendono sostenere i progetti presentati.

 

Malgrado si stia attraversando un momento politico, sociale ed economico particolarmente delicato e difficile dove, per ristrettezze finanziare, vengono drasticamente ridotti  i contributi a sostegno delle attività sopra elencate, il nostro intento è comunque continuare a consolidare i rapporti intrapresi nel corso degli anni con la direzione Generale Asl Monza e Brianza, gli Assessorati provinciali alla solidarietà sociale, istruzione, lavoro e formazione, l’Istituto INPS territoriale, gli ospedali e RSA territoriali, per mettere a punto nuove collaborazioni anche di tipo più operativo.

 

 

Monza,   li 10/03/2014

 

La Presidente provinciale

Maria Rosaria Vanoni

 

 

Search

Dona il tuo 5 per 1000 all'UICI Monza e Brianza

 immagine grafica di mano rossa aperta con invito a donare il 5 per mille a UICI Monza e Brianza

Sostieni anche tu
L'Unione Italiana dei
Ciechi e Ipovedenti ONLUS
Sezione di monza e Brianza:
dona il tuo 5 per 1000!
Codice Fiscale:
85015610158

Erogazioni liberali

Logo Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti Logo Club Italiano Braille con immagine di un foglio braille